Stampa
Categoria principale: Parrocchia
Categoria: Preghiera del Rosario
Visite: 506

Comunità Parrocchiale San Silvestro papa - Villa Adriana

 

 

Preghiera del Rosario

meditando Gv 3, 1-2

 

Gennaio 2018

             

                                                                                                                             

G.  L’inizio di un nuovo anno ci spinge a rinnovare la nostra adesione fiduciosa e piena al Signore Gesù: ma spesso ci sentiamo come Nicodemo.
 Preghiamo il Rosario meditando l’incontro di Gesù con Nicodemo (Gv 3, 1-21) e chiediamo la grazia, intercedente Maria, di “rinascere dall’alto”.


G. Nel nome del Padre del Figlio e dello Spirito Santo. T. Amen.


 

Primo mistero

         «Egli andò da Gesù, di notte» (Gv 3, 2)

         Nel cuore di Nicodemo c’è la notte che dice la sua situazione di fatica nella ricerca, con la possibilità del rifiuto; egli va di notte da Gesù. Eppure va da Gesù, perché ha riconosciuto in lui qualcosa di bello, di divino. Probabilmente è la condizione di molti di noi: da una parte, desideriamo qualcosa di bello, di alto; dall’altra, però, ci sentiamo frenati e intimiditi, vergognandoci del nostro peccato e delle nostre fragilità. Quanto in me è forte il desiderio di Dio? Quanto è frenato dalla paura e dalla vergogna del mio essere peccatore?                                (Breve silenzio)

  1. Maria, madre di Gesù T. ci doni la grazia di andare da Gesù!

Padre nostro, Ave Maria (10 v), Gloria al Padre, Gesù perdona.

 


 

Secondo mistero

         «Se uno non rinasce dall’alto, non può vedere il regno di Dio» (Gv 3, 3).

         Ecco allora che Gesù dichiara subito ciò di cui abbiamo bisogno: rinascere dall’alto. Si tratta dell’immersione della nostra persona in Dio, della trasformazione della nostra carne in corpo di Cristo: è il mistero dell’incarnazione. Attraverso la fede in Gesù, nutrita di sacramenti e di preghiera, la mia vita rinasce sempre e di nuovo. Sono consapevole che la proposta del vangelo è che io rinasca una seconda volta, divenendo corpo di Cristo?                                                (Breve silenzio)

  1. Maria, madre di Gesù T. ci doni la grazia di rinascere dall’alto!

Padre nostro, Ave Maria (10 v), Gloria al Padre, Gesù perdona.

 


 

Terzo mistero

         «Il vento soffia dove vuole e ne senti la voce, ma non sai di dove viene e dove va: così è di chiunque è nato dallo Spirito» (Gv 3, 8).

         Sentire la voce, cioè l’ascolto, è il verbo chiave del discernimento. Ascolto delle nostre realtà, emozioni, sentimenti interiori, alla luce dell’ascolto della Parola di Dio, nell’ascolto attento ai segni dei tempi. Questa la strada per “venire alla luce/rinascere dall’alto”.                                                                                         (Breve silenzio)

  1. Maria, madre di Gesù T. ci doni la grazia dell’ascolto!

Padre nostro, Ave Maria (10 v), Gloria al Padre, Gesù perdona.

 


 

Quarto mistero

         «Bisogna che sia innalzato il Figlio dell’uomo» (Gv 3, 14).

         Gesù comunica a Nicodemo il cuore di tutto il vangelo. Il Figlio dell’uomo è innalzato: ovvero è glorificato, divinizzato. Ma poi il riferimento è evidentemente anche alla croce: perché lì Dio si rivela come Dio, onnipotente, nella capacità di amare fino alla morte; lì l’uomo è divinizzato: reso capace di amare come Dio. Contemplo il Crocifisso: riconosco lì la mia rigenerazione, una vera seconda creazione?                                                                                                      (Breve silenzio)

 

  1. Maria, madre di Gesù T. ci doni la grazia di amare come Gesù!

Padre nostro, Ave Maria (10 v), Gloria al Padre, Gesù perdona.

 


 

Quinto mistero

         «Dio ha tanto amato il mondo da dare il suo Figlio unigenito» (Gv 3, 16).          Nicodemo ascolta la buona notizia che cambia la storia dell’uomo e dell’umanità. Dio ha tanto amato il mondo da dare il suo Figlio: e dietro a Lui che si dona sulla croce, c’è il Padre stesso che dona il Figlio. Mi soffermo a contemplare questa che è la piena rivelazione di Dio: amore che si dona e così mi rigenera permanentemente.                                                            (Breve silenzio)

 

  1. Maria, madre di Gesù T. ci doni la grazia di lasciarci amare da Gesù!

Padre nostro, Ave Maria (10 v), Gloria al Padre, Gesù perdona. Salve Regina.

 


 

Orazione

  1. Padre, Dio misericordioso,

nelle nostre notti veniamo presso il tuo amato Figlio Gesù:

fa’ che il vento dello Spirito, che soffia dove vuole,

avvolga di tenerezza la nostra vita

per rinascere dall’alto

e credere che la nostra salvezza

è il tuo Figlio innalzato per noi,

benedetto ora e nei secoli dei secoli.

  1. Amen.

 


Preghiera per l’unità dei cristiani

  1. Dio nostro, che vuoi radunare i tuoi figli dispersi

in un solo gregge sotto un solo pastore,

unisci la nostra preghiera a quella di tuo Figlio Gesù

e affretta il giorno in cui, con un cuore solo e un’anima sola,

ti potremo confessare e servire

quale unico Dio e Padre,

benedetto ora e nei secoli dei secoli.

  1. Amen.